L’importanza di correre…

//L’importanza di correre…

L’importanza di correre…

PADOVA (22 genaio) – Alla quinta rapina in tre anni non ce l’ha più fatta. Ha inseguito il rapinatore fino a quando, con l’aiuto di due operai, non l’ha bloccato. Alessandra Ghezzo, 33 anni, podista per hobby (ha partecipato alle maratone di Venezia e del Santo), dipendente della farmacia comunale “Alla Pace”, ha sfruttato le sue dote atletiche per stare dietro al rapinatore fino a quando non è stato bloccato. Giuseppe Gaciglio, 41 anni, tossicodipendente padovano, ieri a mezzogiorno era entrato in farmcia con il volto travisato da un cappuccio. Poi, facendo intravvedere un paio di forbici che teneva in tasca, ha costretto le farmaciste ha consegnare l’incasso della giornata, circa 400 euro. La dottoressa Ghezzo, nel frattempo, aveva avvertito la polizia. «Quando il malvivente è uscito dalla farmacia – racconta – per puro istinto mi sono lanciata all’inseguimento. Non volevo bloccarlo, ma vedere dove andava. Siamo stanche, abbiamo subito troppe rapine».

Scritto da |2009-01-22T18:09:31+00:0022 Gennaio 2009|News|0 commenti